gototopgototop
Registrazione

Centro Paradesha

SEI QUI: Home / Articoli / 529. Per una Medicina Etica
A+ R A-

529. Per una Medicina Etica

E-mail Stampa PDF

La Medicina non può, e non deve essere una via di successo e di profitto economico per chi fa il medico. La Medicina è stata offesa, quale scienza sacra, dai saprofiti delle multinazionali che l’hanno trasformata in “Medicina del profitto” e dell’assoggettamento dei cittadini.
La Medicina è sconfinata nell’abuso del corpo umano e animale guidata da una visione in cui c’è la possibilità di scomporre i corpi in varie parti per analizzarle e prezzarle come cavie.
La Medicina non può, e non deve essere l’officina cruenta che esaspera la sperimentazione sui corpi senza una effettiva utilità.
La Medicina dovrebbe investire in ricerche, metodi e possibilità per riuscire a ridonare al malato la sua qualità di vita, a trovare terapeutiche sempre meno invasive ispirate dall’intelligenza spirituale.
La Medicina deve essere guidata dall’Etica e dalla Morale ma soprattutto dall’amore e nel rispetto totale delle leggi della natura.
Un esempio eclatante della Medicina malata di oggi è il caso assurdo di Caserta, di qualche tempo fa, di una donna morta per essere stata operata tre volte in dodici giorni per un tumore all’utero inesistente, seguita da sei medici e non uno.
Necessita una Medicina onesta ma soprattutto occorrono dei Medici onesti che riportino la Medicina all’altezza di una scienza sacra (almeno in senso laico) al servizio dell’umanità.
L’ambiguità ufficializzata dei Medici baroni arroccati sui loro podi non fa bene alla Medicina ma la degrada specie quando sottraggono strumenti e materiali agli ospedali pubblici per favorire le loro cliniche private.
La Medicina dovrebbe essere solamente pubblica e gratuita per tutti: i privati dovrebbero investire coi loro soldi e certamente guadagnare ma con tutti quei settori di grande utilità al solo sostegno fondamentale di una Sanità Pubblica; non offrire a caro prezzo quanto dovrebbe essere diritto pubblico avere. La Sanità Pubblica gratuita è segno di vera civiltà: dove c’è solo speculazione sulla salute e ricerca del maggior profitto è indice di un processo di degenerazione, di egoismo canceroso e di oscuramento intellettuale della società, ovvero l’assenza della civiltà.
La Medicina deve poter rivedere il malato tornare “paziente” e non più “cliente”.


Add this to your website

Centri Consigliati

centri consigliati

Libri consigliati

Libri consigliati

Riviste consigliate

Riviste consigliate

Link consigliati

Link consigliati