gototopgototop
Registrazione

Centro Paradesha

SEI QUI: Home / Articoli / 255. Riconoscimento della propria Identità Divina
A+ R A-

255. Riconoscimento della propria Identità Divina

E-mail Stampa PDF

Quando gli uomini cominceranno ad accorgersi del male che opera fra loro, nonostante il loro oblio persista, significherà che c’è più Luce ad illuminare il mondo, e che il momento della “scelta” è venuto …”.
Così dicevano, approssimativamente, i Saggi dell’”Ordine dei Silenziosi” di molte migliaia di anni fa.

Lo scenario mondiale offerto dalla coscienza attuale dell’umanità è sempre quello derivato dall’antica “Caduta”.
La cultura dominante su cui tutto è incentrato è basata sul materialismo e sull’apparenza: una vera ossessione degli esseri umani per quello che l’occhio vede lungo gli infiniti corridoi della vanità.
Si può ben vedere come la società umana affonda le proprie radici nell’orgoglio e nella lussuria. Egocentrismo, egoismo, narcisismo, etnocentrismo sembrano aver avviato le migliaia di modelli comportamentali e comunicazionali a cui la maggioranza si riferisce inconsciamente.
L’attuale è una civiltà incentrata sull’ego: un ego corrotto dalla superbia, dall’avarizia, dalla lussuria, dall’invidia, dall’ingordigia, dall’ira e dall’accidia.
Osservando al mattino gli esseri umani, nella corsa senza senso, appaiono nella loro veste di ego corrotti che lottano per conquistarsi attenzione e consenso, inseguendo i culti del successo, del denaro e del potere.
Lo spettacolo è umiliante ma sono in pochi ad accorgersene.
Vedere milioni di esseri spirituali oscurati non rendersi conto della propria natura originaria, non riconoscere di essere l’anima immortale del Regno Spirituale di Dio è molto triste.
Circolano per le strade del mondo anime condizionate che indugiano sugli aspetti che le mantengono nell’oblio e, inoltre, il sistema di potere vigente impedisce loro qualsiasi forma di risveglio.
L’atmosfera umana è pregna di superbia, di lussuria, di invidia, di gelosia, di rancore, di odio e di poco amore.
La Terra testimonia molte e differenti storie evolutive ma soprattutto più Età dell’Oro di cui non si ha più memoria né tracce.
La Terra è ormai uno sfrontato “Centro di Mescolanza”, di Luce e di Tenebre, di elementi puri e di elementi impuri.
La Terra è un luogo dalla totale assenza di visione e unità fra i popoli e le Nazioni (le “Parti” non sanno più di essere UNO con le altre “Parti” e si nutrono del veleno dell’antagonismo). La “Parte” ha rimosso il ricordo di contenere in tutte le altre “Parti” e di rappresentare l’UNO. La “Parte” è dimentica di essere UNO con il TUTTO e che “non esiste un secondo”.
Gli esseri che abitano la Terra, la maggior parte di loro, vivono la conseguenza della originaria “caduta” spirituale senza contrastarla, tanto è profondo l’oblio in cui vessano.
L’azione distruttiva che si vede nel mondo rivela un’oscura intenzione contro l’uomo e contro Dio da parte di esseri (gli oscuri ribelli del Cielo) ben coscienti del potere esercitato sugli esseri devoti all’ignoranza (gli esseri umani sotto influsso) che offrono la loro mano esecutrice. Il sistema in cui è intrappolata l’azione umana la dice lunga sulla sua regia.

Dal Volere-Amore di Dio scaturisce il Grande Mistero della Creazione del Regno Spirituale, la splendente “Sfera dell’Alto”: gli “Esseri Luminosi delle Origini” popolano questo Mondo Spirituale.
Ogni “Essere Luminoso delle Origini” è Luce di Dio.
Ogni “Essere Luminoso delle Origini” è Coscienza del TUTTO che è “UNO senza secondo”. Essi incarnano tutti gli attributi di Dio. Essi ricevono la piena libertà del libero arbitrio ed il potere del verbo creatore e vivono nella bellezza dell’Armonia.
L’Armonia e l’Equilibrio si infrangono con lo spirito della Grande Ribellione da parte di uno degli “Esseri Luminosi delle Origini” che avversa il Piano di Dio nel Regno Spirituale. Semplici pensieri d’orgoglio e di superbia perpetuati corrompono l’Altezza di quell’”Essere Luminoso delle Origini” facendone un Contro-Dio, un Avversario del Piano di Dio. Molti degli “Esseri Luminosi delle Origini” lo seguono nell’atto di superbia. Tale drammatico evento crea un Contro-Cielo, il luogo degli Esseri dalla luce corrotta, imperfetta.
L’Amore Divino, nonostante il Dramma, trova un nuovo equilibrio e instaura nuove leggi aventi funzioni correttive. Il nuovo equilibrio sembra includere un compromesso spirituale d’Amore.
I ribelli indugiano su un processo mentale corrotto: il convincimento di poter vivere separati e lontani da Dio e di poter superare le Sue opere.
Una grande battaglia si svolge nei sette cieli del Cielo e l’Oppositore (il Drago, il Serpente Antico) con tutta la schiera di esseri che lo hanno seguito nella Grande Ribellione viene cacciato, precipitato, degradato nella “Sfera del Basso”.
Il Contro-Cielo implode in un regno dell’oscurità, del Caos, che manifesta la “Sfera del Basso”.
La “Sfera del Basso” è costituita gerarchicamente da sette mondi: l’ultimo è il mondo materiale grossolano (sette strati di materia) dove sono degradati gli “Esseri Luminosi delle Origini” caduti, assoggettati a sperimentare la realtà sconosciuta della Materia e delle Dimensioni. Materia ordinaria, Materia oscura, Universi, Galassie, Sistemi solari, pianeti, dimensioni, portali, buchi neri e buchi bianchi fanno parte della “Sfera del Basso”.
Tutta la Creazione è Spirituale (la “Sfera dell’Alto”), di natura sovrasensibile e senza la Grande Ribellione (la nascita e l’intervento del Male) non avrebbe mai assunto forma materiale.
L’antica Armonia perde il Punto d’Origine nella “Sfera dell’Alto” e trova, o cerca di trovare, nella “Sfera del Basso” un nuovo Punto di Equilibrio.
Il sistema dei Cicli cosmici aiuta nell’esperienza della “Sfera del Basso”. Questo sistema va inteso quale concessione di Dio agli uomini per mettere in atto l’opportunità di riconquistare la Luce a  tutti gli effetti; riuscire nella “Sfera del Basso” a scalare i gradini  della coscienza dell’unità verso la “Sfera dell’Alto”.
Bisogna affrontare le conseguenze di questa “Caduta” spirituale: ruba la scena cosmica sia la “Caduta” sia i “caduti”.
Nella Bibbia questi “caduti” sono i Nefilim.
Nella “Sfera del Basso” la Mescolanza (il mescolarsi della Luce con le Tenebre) assume le connotazioni concrete del Male cosmico che si insinua in tutte le cose.
Mescolanza è la convivenza degli “Esseri Luminosi delle Origini” (incorrotti – che non hanno partecipato alla Grande Ribellione – e provenienti dalla “Sfera dell’Alto”) nelle vesti di essere umano (Uomo) che incarna e rappresenta (o dovrebbe ancora rappresentare) lo spirito di Dio nella Creazione, con gli esseri ribelli “caduti” che continuamente tentano di corromperlo.
Nonostante tutto ciò, per molto tempo l’Uomo riesce a vivere in purezza e perfezione sulla Terra, nella “Sfera del Basso”, godendo del contatto diretto con Dio, cioè con la piena consapevolezza di essere UNO con Dio (UNO senza secondo), senza conoscere la malattia e la morte. Vede succedersi più di una Età dell’Oro in perfetta Armonia e la sua Civiltà è basata sulla Giustizia e sulla Pace. Sviluppa così svariate caratteristiche utili, di adattamento alla natura materiale del mondo in cui vive, negli esperimenti tentati riguardanti le Razze madri dell’Umanità.

Una Razza madre corrisponde ad una corrente di Vita, codificata per ottenerne un avanzamento nel lungo processo di reintegrazione verso lo Stato Originario della “Sfera dell’Alto”.

La Mescolanza, nel silenzio e nel segreto, mina le radici della stabilità dell’Uomo.
I “caduti” ribelli, guidati dall’Oppositore formano una potente Fratellanza del Serpente in grado di produrre una deleteria influenza ed una nefasta manipolazione delle coscienze e del DNA.
Nella “Sfera del Basso” gli “Esseri Luminosi delle Origini” ribelli diventano i Maestri dell’Oscurità dalla luce imperfetta.
Siamo al tempo della Lemuria (la quarta Razza madre) quando la Fratellanza del Serpente riesce a sferrare il colpo fatale all’Uomo (ai “Figli di Dio”, all’Umanità).

Il racconto simbolico di Adamo ed Eva, che rappresentano l’umanità del tempo della Lemuria, è di quel periodo. L’umanità vive sotto l’attacco sferrato dell’influsso della Fratellanza del Serpente che tenta e corrompe in mille modi diversi gli esseri umani. Tutti i centri del Sacro sono corrotti e passati al Lato Oscuro del Potere.
Nella Lemuria gli esseri umani fanno l’esperienza del Male: raccolgono e assaggiano il frutto proibito dell’Albero della Conoscenza del Bene e del Male. È l’esperienza concreta della separazione, la discesa nella dualità (dvaita), nell’illusione (maya). L’uomo cade nell’illusione (maya) che gli determina l’ignoranza metafisica (avidya) da cui deriva la sua sofferenza. Cade nel mondo dei limiti, i limiti della densità delle forme che lo rendono grossolano anche nel piano della percezione e nel suo stato di coscienza corrente.
È la separazione dell’”Immagine” e della “Somiglianza” nell’Adam Kadmon e nell’Uomo Adamico quale risultato dell’Azione dell’Oppositore avverso a Dio e al Suo Piano.
Il pensiero tagliente a cui si deve la separazione dell’Uomo da Dio è quello di poter vivere, esistere fuori e lontano dall’unione con la Sorgente.
L’Uomo subisce una perdita: la perdita della propria Identità Divina.
Il Male cosmico si è diffuso.
L’Uomo conosce la malattia e la morte perché il suo diventa un corpo fisico mortale soggetto alle leggi del karma e della reincarnazione. Anche i precipitati e i degradati ribelli spirituali sono ormai confinati in un corpo mortale soggetti alla ruota del samsara.
Quella chiamata Umanità, si è formata da molte Mescolanze. La Mescolanza produce la confusione del Bene e del Male.

Con l’epoca di Atlantide l’opera corruttiva delle coscienze è ben strutturata. Persino le azioni sacre sono dominate dagli ego corrotti, sospinti dalla superbia e dall’ambizione. Atlantide eccelle in ricchezza, potere, tecnologia e in oscurità. La sua distruzione non ha arrestato affatto l’opera corruttiva degli esseri ribelli al Piano Divino.

Tutta la “Sfera del Basso” (tutti i mondi visibili e invisibili che hanno smarrito la condizione di unità originaria) deve sottostare ad un processo di restaurazione della primordiale Armonia turbata. Per questo le diverse umanità hanno intrapreso molti processi evolutivi. L’Azione spirituale di ristabilimento dell’Armonia deve essere svolta sia nei piani superiori sia nei piani inferiori (il piano umano).
Tutte le cose devono reintegrarsi nel loro primitivo stato.
Tutte le forze di opposizione presenti nella Mescolanza devono risolversi perché sono quelle che contrastano le forze celesti divine assumendo quelle forme inequivocabili (forze occulte storiche) del Sovvertimento Mondiale.

Molti Piani di Coscienza testimoniano i vari tentativi di restauro.
In un mondo caduto nell’imperfezione (corruzione) ogni esperimento è un incerto.
A sostenere i vari processi evolutivi si sono visti i Maestri della Luce (le Fiamme della Salvezza). Invece ad ostacolarli si sono visti i Maestri dell’Oscurità (dalla luce imperfetta), ovvero gli “Esseri Luminosi delle Origini” ribelli caduti, che formano il Contro-Cielo e incarnano la Contro-Iniziazione. La prima oscura Fratellanza Nera è la loro: la Fratellanza del Serpente.

I processi mentali ed emotivi diventano terreni fertili per l’inseminazione nefasta operata dagli adepti della Fratellanza del Serpente (gli antichi Nefilim sempre presenti) che amano insinuarsi nelle coscienze degli uomini per oscurarli e tenere lontani dalla loro Origine (lo stato di coscienza dell’Unità con la Sorgente). I membri della Fratellanza del Serpente, gli “Esseri Luminosi delle origini” ribelli caduti si nutrono della Sostanza-Luce di coloro che corrompono. Essi sono organizzati nell’elite che governa segretamente il mondo dietro i governi ufficiali: sono coloro che hanno inventato la globalizzazione, che stanno cercando di attuare il Governo Unico Mondiale (una dittatura mondiale), sono coloro che creano le crisi economiche-finanziarie, come l’attuale, e programmano le rivoluzioni e le guerre. Essi sono i supermanager che collezionano disastri senza mai pagarne le irresponsabilità commesse; sono coloro che hanno conquistato la leadership nell’ambito della politica internazionale per servire i fini oscuri del Contro-Cielo. La motivazione che li anima è sempre la stessa: avversare l’Uomo, Dio e il Piano Divino.
L’elite pianifica e fa attuare strategie che indeboliscono la natura umana; provoca situazioni sociali in cui gli esseri umani si scontrano gli uni contro gli altri e lo stesso fanno con i vari settori della società: il risultato è quello di vedere una società sotto la spinta di forze disgregative che nessuno riesce ad individuare. Per fini oscuri, a volte, creano momenti di aggregazione che rafforzano le illusioni di cui sono vittime gli uomini.
L’elite conosce molto bene come mantenere gli esseri umani in uno stato perenne di incertezza e instabilità.

Ecco perché proponiamo l’essenziale: il “risveglio” spirituale della coscienza.
Il “risveglio” è il processo che riporta la coscienza al suo stato originario divino: la perfetta consapevolezza ideale, lo spirito di Dio nell’Uomo.
Il “risveglio” è necessario perché c’è stata una “caduta”, una scissura, una precipitazione, una discesa in termini di consapevolezza, dal piano dello spirito al piano della Materia, dall’Unità della Coscienza Divina alla “Sfera del Basso” della dualità e quindi della frammentarietà.
È, infatti, nella “Sfera del Basso” che il Bene e il Male assumono valenze relative: manifestano confusione.


Add this to your website

Centri Consigliati

centri consigliati

Libri consigliati

Libri consigliati

Riviste consigliate

Riviste consigliate

Link consigliati

Link consigliati