gototopgototop
Registrazione

Centro Paradesha

SEI QUI: Home / Articoli / 307. Il Serpente di Franco Battiato
A+ R A-

307. Il Serpente di Franco Battiato

E-mail Stampa PDF

Di seguito una delle splendide canzoni-visioni di Franco Battiato che, con un’arte dell’Alto, invita sempre, in modo naturale, a profonde riflessioni.


♫ ♫ ♫

Il Serpente

All’uomo fu detto tu camminerai in eterno, viaggerai
e l’ombra ti porterai addosso.
I suoi occhi guardavano stupiti, le mani forti e pallide,
si aggirava nelle dolenti città d’occidente, in cupe società,
dove trine e stracci si mischiavano.
Noi viviamo, tutti gridavano.

Il denaro strisciava come il serpente
nelle città d’occidente così si celebrava,
ma da qualche parte un uomo nuovo nasceva.

All’uomo si disse tu camminerai in eterno, viaggerai
e l’ombra ti resterà addosso.
Camminava come gli era stato detto, senza sostare camminava,
gli si incupiva il viso, ma il cuore infiammato lo guidava.

Un raggio di luce attraversò un cielo nero e minaccioso
andando a illuminare un albero di ciliegio in fiore
davanti ai suoi occhi increduli e sbalorditi, si accorse
che qualcosa di metafisico era accaduto ...
scoprì di colpo l’esperienza del bianco.

Il denaro striscia come il serpente, nelle città d’occidente così si celebra,
ma da qualche parte un uomo nuovo sta nascendo

♫ ♫ ♫

tratto dall’Album di Franco Battiato “Apriti Sesamo” 2012



Add this to your website

Centri Consigliati

centri consigliati

Libri consigliati

Libri consigliati

Riviste consigliate

Riviste consigliate

Link consigliati

Link consigliati